Nebida 

Nebida è un ex piccolo villaggio Minerario del Sulcis-Iglesiente, oggi promettente località turistica sulla costa sud occidentale della Sardegna. Situata a 70  km dal capoluogo regionale Cagliari e circa a 14 dal nuovo capoluogo provinciale Iglesias (insieme a Carbonia) della quale ne è frazione. 

 

Veduta panoramica della costa di Nebida

 

 

Sopra, la suggestiva passeggiata di Nebida detta "il Belvedere" dalla quale si può ammirare l'intero Golfo del Leone

 

Veduta del Paese

 

I resti della Laveria Lamarmora: vecchio impianto di trattamento dei minerali

 

Il paese incastonato tra le caratteristiche rocce viola che si specchiano sul mare

 

I faraglioni di Portu Banda da un arco della laveria Lamarmora

 

Veduta della costa di Nebida dalla Laveria Lamarmora

 

Laveria Lamarmora costruita sulla scogliera a picco sul mare

 

Laveria Lamarmora dalla passeggiata del Belvedere

 

Panorama della costa, in primo piano i faraglioni e sullo sfondo la strada litoranea per raggiungere Nebida

 

I faraglioni della costa di Nebida

 

Lungo il tragitto della "panoramica", strada di accesso che corre lungo la scoscesa costa rocciosa, è possibile sostare nelle piazzole e ammirare l’ineguagliabile bellezza della costa più antica d’Europa. Unica per la presenza di 5 faraglioni che si ergono imponenti dal mare: scoglio il Morto, scoglio di Portu Nebida detto anche "il veliero" per via della sua forma che ricorda tale tipo di imbarcazione, i due faraglioni S'Agusteri davanti alla spiaggia di Portu Banda e infine in lontananza il maestoso e famoso Pan di Zucchero.

 

Scorcio panoramico della costa Nebida.

 

Scorcio panoramico della costa Nebida.

 

Veduta del mare da un angolo del paese

 

Il  gruppo di faraglioni che si ergono dal mare in tutta la loro maestosità,  tra cui il famoso “Pan di zucchero” che con i suoi 133 metri di altezza è lo scoglio più alto d’Europa,  creano un ambiente mozzafiato unico al mondo.

 

Suggestivo tramonto sul mare a Portu Nebida

 

Scoglio il Morto da un arco della Laveria Lamarmora

 

Acqua trasparente e cristallina del mare di Nebida

 

Il paesino di Nebida, servito da ufficio postale, farmacia, bar, edicola, pizzerie, ambulatorio medico, macellerie, market e mezzi pubblici conta 1100 abitanti che durante il periodo estivo si raddoppiano per la presenza turistica che il fascino di questa bellissima località marittima sa attrarre così facilmente.

 

 

Due scorci del paese immerso tra le verdi colline prospicienti il mare. Sullo sfondo il monolitico scoglio calcareo "Pan di Zucchero".

 

Nebida nata alla fine dell’ottocento come centro minerario è sempre stato il centro d’abitazione per gli operai impegnati nell’estrazione del piombo e dello zinco delle numerose miniere circostanti..

Foto originale di Minatori della "Società Monteponi" che gestiva le miniere di Nebida alla fine del XIX secolo.

All’interno del paese e nei dintorni ancora oggi e possibile vedere testimonianze di questo antico e duro  lavoro, visitando gallerie, impianti, cantieri, macchinari etc.

 

L'accesso alla "Galleria Chessa" è una delle tante testimonianze storiche dell'attività estrattiva mineraria di quella che è oggi una stupenda località turistica balneare.

 

Oltre a numerose e incontaminate calette dall’acqua trasparente, ogni anno prese d’assalto da migliaia di bagnanti, la costa di Nebida e le sue meravigliose falesie sono punto di riferimento per gli amanti e praticanti del free-climbing.

 

 

 

 

Sopra, testimonianze dell'intensa attività sportiva di free climbing che attraggono appassionati da tutto il mondo.

 

 

n° di visitatori

Offerte Case,   Le SpiaggeSiti Storico-Archeologici, Miniere e Grotte,

Nebida, Cont@tt@ci

Tel. Cellulare 3385807097